Le risposte del sindaco sui senzatetto e sul dormitorio

19Feb

Le risposte del sindaco sui senzatetto e sul dormitorio

Sulla questione dei senza tetto affermare che la città si spacca in due per cui si creano i presupposti di azioni anche un po’ repressive denota e manifesta come il Sindaco sia incapace di gestire, con l’aggravante di essere medico, il problema pensando di risolverlo con la solita ordinanza che impone divieti vari senza individuare soluzioni concrete nel rispetto di quanto espresso dal Consiglio Comunale nel luglio 2019. Non solo pero’ di incapacità si deve parlare ma anche di precisa volontà politica che si ricava dalla scelta, non certo per impossibilità, di non destinare alcuna somma per il dormitorio prevedendo però ben Euro 85.000,00 per organizzare una partita di beach volley: così si legge nella nota di aggiornamento al bilancio (vedi articolo sulla Provincia di oggi). E’ altresì patetico dichiarare che le Associazioni di volontariato sono dilettanti non coordinati sol perchè sono state somministrate ai senza tetto, in una occasione, “due/tre colazioni giornaliere”. Un episodio non può assurgere ad emblema di disorganizzazione. Pensi piuttosto il Sindaco a quanta disorganizzazione vi è nella Sua amministrazione e negli uffici che dovrebbe coordinare.Dovrebbe pensare prima di fare certe affermazioni. Sono fin troppo frequenti le manifestazioni di mala gestione amministrativa e non possiamo pensare di lasciare la prossima Amministrazione ancora in mano a gente totalmente insensibile e incompetente politicamente. Lancio un appello: che il Centro Sinistra sia coeso smettendo di fare carachiri, per tornare alla guida della città.